Blog

Le Materie Prime: l'Olio essenziale di Lavanda

Olio di Lavanda

 

Il nome botanico della pianta di lavanda da noi utilizzata è Lavanda di Provenza, in latino Lavandula Intermedia. Con la sua altezza di circa 80 cm, ha una posizione speciale nella famiglia delle lavande. Il periodo di fioritura è tra luglio e agosto; la pianta non si riproduce tramite semina ma per talea.

I fitti e rotondi cespugli con i loro numerosi boccioli viola, hanno un forte profumo di canfora, più intenso rispetto alle altre specie. L’ aroma è più dolce ma meno aromatico e meno amabile rispetto a quello della lavanda selvatica. E’ però molto più robusta e ha una resa in olio maggiore. Per produrre 1 kg di olio essenziale servono circa 40 kg di spighe di boccioli, a fronte dei circa 150 kg di altre varietà.

In Provenza, regione dove è coltivata sin dal 1930, la lavanda ha tuttora un ruolo molto importante nell’economia locale. 

Il suo olio essenziale ha un importante uso in medicina, viene utilizzato come ingrediente in varie preparazioni anche se l’utilizzo maggiore è legato al suo profumo intenso e particolare. Diventa quindi fondamentale nella produzione di essenze, profumi e fragranze. Viene utilizzata anche nella produzione di prodotti detergenti, di cura e di manutenzione.

La lavanda essiccata si utilizza come profumo per ambienti. 

Le proprietà aromatiche della pianta riportano ad uno stato di benessere e armonia.

 

AURO usa olio essenziale di lavanda (Olio di Lavandula Ibrida), essenza nativa della zona mediterranea, estratto tramite distillazione con vapore acqueo.


Carico altri contenuti...